Senso di colpa

 

Romanzo breve

A.Car editore (2008) ​

 

L'incipit:

Il commissario Devecchi dopo aver terminato di parlare al telefono, si alzò dalla sua poltrona di pelle nera. Aveva appena ricevuto le congratulazioni dal procuratore Scuisi. Diede un'occhiata al parcheggio del supermercato poco distante, più per consuetudine che per un reale bisogno. Prese dalla tasca interna della giacca il pacchetto di sigarette spiegazzato e sfilò una sigaretta. Lentamente se la portò alle labbra. E l'accese. Sicuro che a quell'ora non ci fosse più nessuno negli altri uffici. Non aveva fretta. Nessuno che lo aspettasse a casa per cenare o sprofondare nel divano insieme di fronte a un film. Per allontanare la giornata di lavoro appena finita. Nulla di tutto questo. Non più.